Loading...
Progetto di ricerca

Cavalcaselle: la minuta della "History of Painting in North Italy"

  • a cura di Donata Levi

La  minuta di Giovan Battista Cavalcaselle per la History of Painting in North Italy, conservata nel Fondo Cavalcaselle della Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, costituisce un documento di grande importanza nell’ambito della storiografia artistica della seconda metà dell’Ottocento. Si tratta infatti della redazione manoscritta in lingua italiana di un testo il cui contenuto, rivisto dal collaboratore di Cavalcaselle J. A. Crowe, è confluito in parte del primo e nel secondo volume  di A History of Painting in North Italy: Venice, Padua, Vicenza, Verona, Ferrara, Milan, Friuli, Brescia, from the Fourteenth to the Sixteenth Century: Drawn up from Fresh Materials after Recent Researches in the Archives of Italy, and from Personal Inspection of the Works of Art Scattered throughout Europe. Pubblicata a Londra presso l'editore John Murray nel 1871, quest'opera che costituisce una delle pietre miliari della connoisseurship ottocentesca, non è mai stata tradotta in italiano. 

Impostato come narrazione vera e propria, lo scritto cavalcaselliano si caratterizza come studio condotto su binari quasi esclusivamente figurativi e presenta sia inquadramenti e confronti generali fra le scuole, sia ricostruzioni biografiche degli artisti, sia descrizioni molto analitiche di opere, incentrate su problemi di autografia, esecuzione tecnica e stesura, stato di conservazione. Per quanto redatto in maniera fortemente strutturata, il testo, inframezzato da varie ‘comunicazioni di servizio’ e da appunti e memoranda di corrispondenti, ha carattere di scrittura privata in quanto inviato a più riprese, a partire dai primi mesi del 1867, da Cavalcaselle a Crowe in vista del successivo passaggio alla stesura finale in inglese. Proprio in virtù di questo carattere di scrittura privata, la minuta si configura come spazio in cui sperimentare modalità descrittive e sondare le potenzialità espressive di un lessico non accademico, una dimensione, questa, già indagata anche nell'ambito di precedenti progetti: Da Cavalcaselle ad Argan e Per un lessico artistico dal XVIII al XX secolo.

Quella che qui viene proposta è la trascrizione sistematica dei codici da It. IV 2024 (= 12265) a It. IV 2028 (=12269), organizzata – come il fondo – sulla base di fascicoli dedicati ad un artista o a gruppi di artisti. La trascrizione di ciascun fascicolo che – grazie all’apparato di note testuali – intende restituire la faticosa e tormentata elaborazione del testo, è accompagnata da un'indicizzazione che vuol consentire un più agevole accesso alle informazioni.

Criteri generali di trascrizione, criteri di indicizzazione e crediti sono disponibili qui.

see vocabulary
Archives

TAG CLOUD